Crauto viola con pesche e riduzione di aceto di mele al lampone

La scorsa settimana sono stata a Bologna al Sana. Ormai è diventato un appuntamento fisso al quale non rinuncio. Mi piace tantissimo girare tra i vari stand, curiosare, assaggiare le novità ed è anche un’occasione dove incontrare tante persone che conosco.

Sono stata via venerdì e sabato e tornata a casa non ho avuto nè il tempo, nè la voglia di andare a fare la spesa… domenica mattina ho quindi imrovvisato questo goloso contorno con quello che avevo in casa. Risultato davvero ottimo! Ho lasciato marinare il crauto un paio d’ore (l’ideale sarebbe almeno una notte intera) e l’ho accompagnato con delle pesche che ho fatto marinare a loro volta con dell’aceto di mele ai lamponi. Ho completato il piatto semplicemente con dello yogurt insaporito con un paio di cucchiai del liquido della marinatura del cavolo e una riduzione dell’aceto di mele con cui avevo fatto marinare le pesche. All’ultimo ho aggiunto qualche fogliolina di timo con i relativi fiorellini, il cui colore si è abbinato perfettamente al resto del piatto. Un mix di sapori e soprattutto contrasti che nell’insieme hanno reso questo piatto semplicissimo molto interessante e piacevole.

Ecco la ricetta

 

 

 

INGREDIENTI

    • un piccolo crauto viola
    • 2 cucchiai di acidulato di umeboshi
    • 1/2 cucchiaino di semi di cumino
    • 1 pesca nettarina
    • 4 cucchiai di aceto di mele ai lamponi
    • 1 cucchiaino di sciroppo d’agave
    • 3 cucchiai di yogurt di soia

 

 

 

 

 

 

PROCEDIMENTO:

Tagliate il crauto viola a listarelle sottili, mettetelo in una ciotola capiente, conditelo con l’acidulato di umeboshi e massaggiate le foglie per qualche minuto fino a che non diventano belle morbide. Aggiungete i semi di cumino e mescolate. Coprite con della pellicola a contatto, appoggiate sopra un peso e lasciate riposare per qualche ora.

Tagliate la pesca a dadini, conditela con l’aceto di mele e lo sciroppo d’agave e lasciate riposare per mezz’ora.

Al momento di servire, scolate le pesche e trasferite il liquido della marinatura in un pentolino. Fate cuocere a fiamma bassa per qualche minuto fino a che non si riduce ed inizia ad addensare.

Scolate bene i crauti dal loro liquido e, con l’aiuto di un coppapasta, metteteli nel piatto. Disponete le pesche sopra di essi e sfilate con delicatezza il coppapasta. Mescolate lo yogurt con un paio di cucchiai del liquido di marinatura dei crauti. Completate il piatto con lo yogurt e con la riduzione di aceto di mele. A piacere aggiungete qualche fogliolina di timo.

Buon appetito!

schiacciatinacanapa1
schiacciatinacanapa3
Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Sara
    Rispondi

    wow! che bella ricettina!!! dove lo trov l’aceto di lamponi ? io ho le pesche del mio giardino, ma sono quelle a polpa bianca e non sono dolci ma un mix tra dolce e acidino. vanno bene cmq secondo te ? grazie!

    • Serena Scuteri
      Rispondi

      ciao! io ho usato l’aceto di mele ai lamponi della Clearspring… in alternativa va bene anche un normale aceto di mele oppure se le tue pesche sono un po’ acidine potresti provare anche con dell’aceto balsamico. Penso che anche se bianche le tue pesche vadano benissimo… fortunata ad averne ancora <3

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search